Apposizione del marchio di identificazione

L'apposizione della marcatura può essere effettuata con metodo tradizionale tramite la punzonatura oppure utilizzando una marcatrice, un token e la tecnologia laser; in entrambi i casi le dotazioni sono allestite sotto la vigilanza della Camera di commercio competente e quindi consegnate all'assegnatario del marchio dopo la sua iscrizione nel Registro.

L'impiego delle dotazioni consegnate (punzoni o token) e, al suo termine, la riconsegna avvengono sotto la responsabilità dell'assegnatario del marchio. Devono esserne denunciati alle Autorità e alla Camera di commercio anche lo smarrimento o il furto.

La concessione del marchio scade il 31 dicembre di ogni anno e deve essere rinnovata.

Ultimo aggiornamento:

21 Maggio 2024

Tempo di lettura:

Chi appone il marchio di identificazione?

La normativa prevede che sia il fabbricante ad apporre il proprio marchio di identificazione sugli oggetti in metalli preziosi o loro leghe, di propria fabbricazione; nel caso in cui più fabbricanti concorrano all’esecuzione di oggetti in metalli preziosi, tale obbligo deve essere assolto dal fabbricante che cura l’immissione in commercio del prodotto finito.

Il titolare di marchio di identificazione, sotto la propria responsabilità, può eventualmente rilasciare autorizzazione scritta ad apporre il proprio marchio ad un diverso titolare di marchio che abbia partecipato al processo produttivo; a tal fine utilizza l’apposito modulo e ne informa anche la Camera di commercio competente.

Gli oggetti importati da Paesi che non siano membri dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo, per essere posti in commercio in Italia, devono recare il marchio di responsabilità del fabbricante estero e il marchio di identificazione dell’importatore (oltre all’indicazione del titolo legale).

La "punzonatura" con il marchio di identificazione

Cos'è il punzone
Il punzone è lo strumento con il quale il marchio di identificazione viene apposto sugli oggetti in metalli preziosi. Le matrici, da cui i punzoni sono realizzati, sono custodite a cura della Camera di commercio territorialmente competente.

Come ottenere il punzone
La domanda di conio dei punzoni deve essere presentata (in bollo), utilizzando l'apposito modulo di richiesta, al momento dell'assegnazione del marchio o qualora si ravvisi la necessità di dotarsi di nuovi punzoni. Il personale ispettivo della Camera di commercio effettua le operazioni di controllo del conio dei punzoni presso la ditta specializzata incaricata dall'impresa assegnataria e vi appone il marchio di autenticazione.

Alla domanda di conio dei punzoni deve essere allegata l'attestazione di pagamento della tariffa dovuta per la loro autenticazione da parte del personale della Camera di commercio della provincia in cui si trova l'impresa specializzata incaricata dal richiedente del conio medesimo. Entità e modalità del pagamento sono stabilite dalla Camera di commercio competente nel luogo di fabbricazione dei punzoni e comunicate al richiedente affinché provveda al pagamento.

Al momento del ritiro dei punzoni l'impresa neo assegnataria deve presentare all'Ufficio Metrologia una targhetta in ottone ricotto, delle dimensioni di 75 mm di base e 45 mm di altezza, dello spessore di 1 mm circa, riportante impressa l’impronta con il numero di marchio assegnato. Tutte le impronte relative ai punzoni consegnati sono conservate dalla Camera di commercio.

Incisione laser del marchio di identificazione

Questa tecnologia consente di apporre sulla superficie dei metalli preziosi il marchio di identificazione e l’indicazione del titolo legale mediante un dispositivo in grado di emettere un raggio luminoso amplificato che altera, attraverso un processo di riscaldamento termico localizzato, lo stato cromatico della superficie del metallo. Tale processo risulta molto più accurato della punzonatura e allontana il rischio di rovinare gli oggetti, in particolare modo quelli più delicati, con una punzonatura maldestra.

Cosa contiene e a cosa serve il token
Per effettuare la marcatura a laser è necessario disporre di una marcatrice laser (individuata dall’azienda interessata) e del Token USB, dotato di misure e accorgimenti anti intrusione, che viene fornito dall’Ufficio Metrologia della Camera di commercio. Il token USB conterrà 5 file delle impronte di diversa grandezza del marchio alfanumerico di cui l’impresa è assegnataria e, ove richiesto, 15 immagini del titolo legale. Sono inoltre inseriti, in forma casuale, un certo numero di elementi di univocità invisibili ad occhio nudo e conosciuti solo dal funzionario camerale competente a effettuare le verifiche di autenticità della marcatura apposta.

Come ottenere il token
Con il Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 17 aprile 2015 sono state fissate le nuove disposizioni per l’applicazione del marchio di identificazione e l’indicazione del titolo legale con la tecnologia laser. Infine, con nota del Ministero dello Sviluppo Economico 82934 del 23 marzo 2016, che ha indicato gli importi provvisori dei diritti di segreteria applicabili, si è completato il percorso che, iniziato con il DPR 26 settembre 2012, n. 208, ha modificato la disciplina dei titoli e marchi di identificazione dei metalli preziosi introducendo la possibilità di marcare gli oggetti preziosi utilizzando la tecnologia laser.

Le imprese orafe assegnatarie dei marchi di identificazione che intendono avvalersi della tecnologia laser presentano domanda alla Camera di commercio territorialmente competente. La singola domanda è valida per l'ottenimento di un unico token USB che può essere impiegato anche su più marcatrici, sia ubicate presso l'impresa richiedente sia presso altra impresa, purché questa sia assegnataria di marchio, e comunque previo accordo scritto tra le parti (l'accordo dovrà essere mostrato al personale ispettivo nell’ambito di attività ispettive). Qualora un’impresa desideri avere a propria disposizione più token, deve presentare il numero corrispondente di moduli di rilascio.

Alla domanda per il rilascio del token devono essere allegati i moduli di richiesta dell'associazione del token a ogni marcatrice (un modulo per ogni marcatrice su cui si desidera che possa lavorare il token) e la dichiarazione di accettazione delle "Condizioni generali di contratto per il rilascio di token USB per l'applicazione del marchio di identificazione e dei titoli legali con tecnologia laser" debitamente sottoscritta.

Tutta la modulistica è soggetta all'imposta di bollo di € 16,00 da applicare sul frontespizio di ciascun modello.

Al momento della presentazione della richiesta di consegna di un token USB, verrà consegnata all'impresa una scratchcard contenente un codice PIN, essenziale per l'attivazione del token. Dopo la predisposizione del token, l'impresa verrà contattata dall'Ufficio per concordare una data al fine di generare e raccogliere la "prima impronta" presso i locali dove è installata la marcatrice. Tale prima impronta sarà poi archiviata e custodita a cura della Camera di commercio.

L'apposizione del marchio mediante marcatura laser è inoltre soggetta al pagamento dei seguenti diritti di segreteria e al successivo rinnovo annuale:

  • € 155,00: diritti di segreteria per l'attivazione dell'utilizzo della tecnologia laser, da corrispondere alla richiesta del primo Token USB;
  • € 70,00: diritti di segreteria per il rilascio di ciascun Token USB;
  • € 77,00: diritti di segreteria per il rinnovo del servizio su base annuale (anno solare).

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite PagoPA in favore della Camera di commercio. Il richiedente dovrà preventivamente contattare l'Ufficio, anche tramite Email, e chiedere l'invio dell'apposito avviso di pagamento fornendo:

  • Codice fiscale;
  • Nome e cognome o ragione sociale del soggetto tenuto al pagamento;
  • Indirizzo;
  • Email a cui inviare l'avviso.

I pagamenti tramite PagoPA potranno essere effettuati attraverso i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) dopo aver ricevuto il suddetto avviso.

Resta inteso che le imprese orafe che intendono richiedere la marcatura laser saranno comunque tenute al versamento anche del diritto di saggio e marchio previsto dall'art. 7 D.Lgs. 251/1999 e al relativo rinnovo annuale.

Rinnovo del token

Si specifica che ciascun Token USB mantiene la propria validità su base annuale, per anno solare: ciò comporta che se il servizio non viene rinnovato entro il 31 gennaio dell'anno, i Token USB ad esso associati diventano inutilizzabili.

Per ottenere il rinnovo e continuare a usare il token occorre procedere annualmente al versamento di € 77,00; l’impresa, dopo aver versato il diritto relativo al rinnovo e averlo comunicato alla Camera di commercio, avrà la possibilità di accedere a un sito dedicato che le consentirà di rinnovare il token. I token non rinnovati non funzioneranno più a partire dal 31 gennaio dell’anno per il quale doveva essere versato il diritto di rinnovo.

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite PagoPA in favore della Camera di commercio. Il richiedente dovrà preventivamente contattare l'Ufficio, anche tramite e-mail, e chiedere l'invio dell'apposito avviso di pagamento fornendo:

  • Codice fiscale;
  • Nome e cognome o ragione sociale del soggetto tenuto al pagamento;
  • Indirizzo;
  • Email a cui inviare l'avviso.

I pagamenti tramite PagoPA potranno essere effettuati attraverso i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) dopo aver ricevuto il suddetto avviso.

Ciascun Token USB, se il servizio non viene rinnovato entro il 31 gennaio dell'anno, diviene inutilizzabile; in caso di mancato rinnovo occorre comunque restituire il token utilizzando l'apposito modulo.

Restituzione, Smarrimento e furto delle dotazioni per la marcatura

L’assegnatario è responsabile delle dotazioni per l’apposizione del marchio di identificazione che gli sono state consegnate dalla Camera di commercio; è inoltre tenuto a riconsegnarle se divenute inservibili o inutilizzate e a denunciarne l’eventuale furto o smarrimento alla Camera di commercio entro 48 ore.

Restituzione dei punzoni e/o del token per l’apposizione del marchio
In caso di cessazione di attività, l'impresa assegnataria deve provvedere tempestivamente alla restituzione delle dotazioni (punzoni e/o token) utilizzando l'apposito modulo (modulo per la restituzione dei punzoni - cancellazione dal Registro o modulo per la restituzione del token). Analogamente i punzoni e i token inutilizzati (ad esempio usurati o danneggiati) devono essere rimessi alla Camera di commercio per la distruzione.

Eventuale smarrimento o furto dei punzoni e/o del token per l’apposizione del marchio
Nell'eventualità che un punzone e/o il token recante il marchio sia smarrito o rubato deve esserne fatta denuncia e data notizia alla Camera di commercio entro 48 ore utilizzando l'apposito modulo (modulo per la comunicazione di smarrimento/furto dei punzoni o modulo per la comunicazione di smarrimento/furto del token), affinché l'Ufficio provveda a curare la pubblicazione della notizia nella Gazzetta Ufficiale.

Modulistica

LibreOffice PDF Descrizione
Modulo di richiesta punzoni in formato OpenDocument   Modulo di richiesta punzoni
Modulo per il rilascio di numero un token usb  in formato OpenDocument   Modulo per il rilascio di numero un token usb
Modulo per l'associazione tra un token usb e una marcatrice  in formato OpenDocument   Modulo per l'associazione tra un token usb e una marcatrice
Modulo per la restituzione dei token usb in formato OpenDocument   Modulo per la restituzione dei token usb
Modulo per la domanda di cancellazione e riconsegna punzoni  in formato OpenDocument   Modulo per la domanda di cancellazione e riconsegna punzoni
Modulo per la denuncia di smarrimento o furto dei punzoni in dotazione in formato OpenDocument   Modulo per la denuncia di smarrimento o furto dei punzoni in dotazione
Modulo per la dichiarazione di smarrimento token usb in formato OpenDocument   Modulo per la dichiarazione di smarrimento token usb
  Dichiarazione di accettazione delle Condizioni generale di contratto per il rilascio di token USB in formato pdf Dichiarazione di accettazione delle Condizioni generali di contratto per il rilascio di token USB
Modulo cessione del punzone in formato OpenDocument   Modulo cessione del punzone

Riferimenti normativi

D.Lgs. 22/05/1999 n. 251 - Disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi

D.P.R. 30/05/2022 n. 150 - Regolamento per l'applicazione del D.Lgs. 251/1999, sulla disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi

Decreto del Ministro dello sviluppo economico 17/04/2015 - Disposizioni tecniche di dettaglio per l’applicazione del marchio di identificazione e l’indicazione del titolo legale sugli oggetti in metallo prezioso con la tecnologia laser

A cura di

Ufficio Metrologia

Sede di Prato - Via del Romito, 71
0574 612778

metrico@ptpo.camcom.it

L'Ufficio riceve su appuntamento



Valutazione della pagina

Aiutaci a migliorare!
Con questo modulo puoi segnalare anche problemi di accessibilità ai contenuti.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Indicando i motivi della tua valutazione puoi fornirci elementi utili a migliorare questa pagina: puoi selezionare una o più opzioni e aggiungere una descrizione del motivo.

Questi campi sono facoltativi.

Indicando il tuo indirizzo email potremo aiutarti a risolvere i problemi che riscontri nell'uso di questa pagina.

Attenzione: ti preghiamo di utilizzare questo modulo solo per informazioni e suggerimenti sull'usabilità del sito e non per avere informazioni sul contenuto. Per quello ti preghiamo di riferirti alla sezione contatti.


Ultimi aggiornamenti

21 Maggio 2024

Apposizione del marchio di identificazione

Aggiornata pagina e pubblicato il modulo cessione del punzone.

15 Maggio 2024

Marcatura oggetti

Aggiornata la pagina sulla richiesta del token e relativa modulistica.

11 Dicembre 2023

Fabbricazione degli oggetti preziosi

Marcatura - Adesione alla Convenzione di Vienna (Legge 15 maggio 2023, n. 55).

06 Marzo 2023

Registro assegnatari

Aggiornato "Modulo subentro ad impresa assegnataria di marchio di identificazione metalli preziosi".

06 Marzo 2023

Marcatura oggetti

Aggiornato "Modulo per la dichiarazione di smarrimento token usb".